Il teletrasporto ai giorni nostri

Quando vi ho chiesto cosa ci dovremmo aspettare tra 125 anni🔮, tra le varie risposte è spuntato il teletrasporto.
Credo che per come la intendiamo noi, stile Dragon Ball 😅, sia ancora fantascienza..

Si parla, per ora, di teletrasporto quantistico✨, ma niente di più (se volete si può approfondire il discorso) .

➡️ Spesso una tecnologia viene concepite in modo diverso da come successivamente viene sviluppata, quindi non è che abbiamo già “in mano” il teletrasporto senza rendercene conto?

Per teletrasporto si intende il processo di trasporto istantaneo della materia attraverso lo spazio da un luogo ad un altro(fonte Wikipedia).

Tuttavia, se pensiamo al teletrasporto come ciò che ci permette di vedere, sentire ed interagire in un ambiente remoto…beh ci siamo👀

1️⃣ Tramite un visore veniamo catapultati in un altro mondo! Pensate al gaming, al turismo virtuale, oppure, come ha affermato Mark Zuckerberg ,anche al lavoro: infatti, ha da poco dichiarato che entro il 2030 indossando l’Oculus, si potrà comodamente lavorare dal divano .

2️⃣Abbiamo le tecnologie che ci permettono di operare da remoto. Grazie al 5G e i progressi nel campo della telemedicina, si avrà presto la possibilità di operare come se il chirurgo fosse fisicamente presente nella sala operatoria con il paziente.

3️⃣ Le videochiamate olografiche, annunciate di recente Google ha presentato Project Starline, ci faranno sentire ancora più vicini ai nostri amici e parenti, come se le distanze non esistessero. Una tecnologia molto simile la vedremo ai Giochi Olimpici di Tokio! Discovery+, grazie alla tecnologia Cube, “teletrasporterà” gli atleti in studio, che verranno visualizzati tramite ologramma! Sarà proprio come se fossero in studio con i giornalisti!

Cosa ne pensate? Abbiamo già ” in mano” il teletrasporto o pensate che si possa fare di più?😅

Scorrendo il carosello troverete le notizie che ho citato in stile #tweetyourtech

La foto é stata scattata durante la vista allo Spazio Lenovo @lenovoitalia