Lenovo Tech World 21: il futuro secondo Lenovo

Lenovo mi ha invitata al Lenovo Tech World 2021 e ho pensato di parlarvene!

La parola chiave del Lenovo Tech World 2021 è New Reality e ne ha spiegato il significato Yang Yuanqing, il CEO di Lenovo: ha infatti iniziato la conferenza parlando di come 40 anni fa ci si immaginava il futuro e ha mostrato una rivista del 1983 che proclamava il computer “macchina dell’anno”.

I PC in quel periodo non erano per niente comuni, anzi!

YY ha raccontato che quando era studente universitario (studiava computer science in Cina) c’era un solo computer per università e ogni studente poteva utilizzarlo per poche ore alla settimana. Pensate che lui l’ha utilizzato per la prima volta poco prima della laurea.. e il PC era questo!

Quanti cambiamenti in 40 anni!

Una curiosità: nella rivista citata, si parlava già di smart working:

“Se sempre più impiegati faranno la maggior parte del loro lavoro al computer, e se un personal computer può essere messo in un soggiorno, perché mai qualcuno dovrebbe andare a lavorare in un ufficio?

Avrete intuito perché “Next Reality”: come 40 anni fa si disegnava questo futuro, adesso tocca a noi re-immaginare, definire e rimodellare il prossimo futuro.

Quali sono i punti chiave della Next Reality secondo Lenovo?

1.Hybrid model: verrà consolidato il concetto di lavoro ibrido/flessibile che modificherà anche il nostro stile di vita. Ovvero: lavora, impara e connettiti da qualsiasi luogo.

Per questo, secondo Yang Yuanqing, avremo bisogno di dispositivi connessi e sincronizzati. Lenovo ha quindi presentato Project Unity, la sua piattaforma di connettività wireless che permette di sincronizzare display e supportare la condivisione di attività tra i dispositivi.

2.Edge computing: dati e device saranno sempre di più e oltre al cloud avremo bisogno dell’Edge Computing.

Sarà fondamentale per risolvere i problemi di latenza e collo di bottiglia perché permette di immagazzinare dati ed elaborarli non nel cloud ma in un’infrastruttura più vicina all’utente.

3.Intelligenza Artificiale: è stata presentata la piattaforma Lenovo Brain

4.Everything as a Service : tutto sotto forma di servizio (device, server, infrastrutture, servizi).

Sostanzialmente, per le aziende, questo significa non avere più infrastrutture e richiederle come servizio in affitto. Affittare le risorse significa avere flessibilità e pagare solo per ciò che si utilizza.

Esempio: consideriamo un’e-commerce www.regalidinatale.it che lavora solo alcuni mesi all’anno. Non ha senso che compri le infrastrutture, piuttosto meglio affittarle ed avere flessibilità. Infatti avrà bisogno di poche risorse a maggio, tante risorse a dicembre quando avrà il picco.

Spero che questa prima parte vi sia piaciuta! Qui troverete la seconda parte.